Beard Necessities (Winston Brothers, #7) womens studies

[Reading] ➽ Pronto soccorso per scrittori esordienti By Jack London – Wildlives.co

E Poi Lavorate Scrivetelo In Tutte Maiuscole Lavorate Lavorate In Continuazione Imparate A Conoscere Questo Mondo, Questo Universo Questa Energia E Questa Materia, E Lo Spirito Che Attraversando L Energia E La Materia Traluce Dal Magnete Alla Divinit E Con Tutto Questo Voglio Dire Lavoro Come Filosofia Di Vita Con Frasi Di Questo Genere Jack London Rispondeva Alle Centinaia Di Aspiranti Scrittori Che Gli Chiedevano Suggerimenti Il Volume Raccoglie Una Selezione Di Queste Lettere Insieme Ad Articoli Apparsi Su Riviste Dell Epoca E A Brani Tratti Dai Suoi Romanzi Ne Scaturisce Un Prontuario, In Cui London Sintetizza Con Efficacia La Sua Tecnica E La Sua Poetica


10 thoughts on “Pronto soccorso per scrittori esordienti

  1. says:

    Pronto soccorso per scrittori esordienti un insieme di articoli e lettere scritte da London a cura di Monica Crassi L oggetto del mio disappunto non quindi di certo riferito al modo in cui scrive London di cui per altro lo ammetto non ho mai letto niente ma nel metodo utilizzato per collettare i testi che troviamo in questo compendio Sono stati messi insieme testi che si ripetono, che dicono esattamente le stesse cose, per dare forma ad un prodotto editoriale che forse non aveva senso che esistesse vista la scarsa quantit di informazioni nuove che troviamo via via che leggiamo Tutto qui quindi, noioso e monotono Non lo consiglierei.


  2. says:

    Collezione di pezzi imperdibili e straordinariamente attuali, dopo pi di un secolo, sul mestiere di scrivere La vita stessa di Jack London un romanzo su questo mestiere La lettura di Martin Eden a questo punto obbligata.


  3. says:

    E allora tu, giovane scrittore, hai qualcosa da dire, o credi soltanto di avere qualcosa da dire Se ce l hai, nulla potr impedirti di dirlo se sei in grado di pensare cose che al mondo piacerebbe sentire, la forma stessa del pensiero gi ne l espressione Se pensi con chiarezza, scriverai con chiarezza se i tuoi pensieri sono meritevoli, altrettanto meritevole sar la tua scrittura Ma se il tuo modo di esprimerti scadente, perch i tuoi pensieri sono scadenti se limitato, perch tu sei limitato Ho deciso di partire da questo estratto per parlarvi dell opera di Jack London che, in realt , non nemmeno un opera Si tratta di un collage di scritti per riviste e lettere, firmate ovviamente da London Il termine pronto soccorso volutamente scelto il libro si propone come una spiaggia di partenza per chi proprio non ha alba di cosa sia la scrittura, per chi si chiede mi piace scrivere Voglio fare lo scrittore, oppure sto solo pensando di seguire una tendenza La risposta a questa prima domanda viene data tra pagina 21 e pagina 22, e quello sopra solo un brevissimo estratto di un pensiero pi articolato e, lasciatemi aggiungere, stupendamente vero London offre all aspirante scrittore un quadro di massima di quella che la vita da scrittore, prima di passare ai dettagli tecnici Per farlo, prende a esempio la propria vita, dagli inizi fino al successo, a cavallo tra la fine dell 800 e l inizio del 900 Non pu essere considerato un libro didattico per gli scrittori di oggi, in quanto le dinamiche editoriali del primo novecento erano completamente diverse da quelle di oggi.Jack, infatti, passa mesi e mesi ad inviare piccoli racconti a riviste e case editrici nella speranza di essere pubblicato e ottenere piccoli stipendi per tirare avanti, ma allora le remunerazioni erano completamente diverse e di scrittura era possibile vivere.In un capitolo uno dei pi importanti, dal mio punto di vista viene affrontata anche la questione etica dello scrittore ha senso svendersi, scrivendo storie banali e per la massa Per Jack London non un delitto, in quanto lo ritiene forse l unico modo per giungere alla fama e poter divulgare, poi, il proprio messaggio da imprimere nella storia Una visione particolare, non facilmente condivisibile, ma sicuramente veritiera A sostegno della propria tesi, Jack si diverte a riportare un simpatico dialogo tra un direttore editoriale e uno scrittore esordiente, che vuole pubblicare uno scritto complesso per le masse e poco commerciabile.Divertimento Uno dei punti chiave di questo libricino ricordo, 114 pagine in formato tascabile London ha un innata capacit di fare autoironia che fa letteralmente sganasciare dal ridere bellissimo il passo in cui racconta della prima offerta ricevuta da un editore, cinque dollari per un racconto di ben quattromila parole.Alla fine di questa lettura, dunque, l aspirante scrittore o presunto tale non avr imparato nulla di fondamentale per migliorare il proprio stile viceversa, London offre una visione d insieme del mondo editoriale, validissima ancora oggi in quanto a difficolt nell emergere Il messaggio comunque chiaro Se vuoi fare lo scrittore, non basta scrivere Devi studiare, sputare sangue, accettare i rifiuti e riprovarci, credere in te stesso fino a quando, un bel giorno, qualcun altro creder in te e ti dar una possibilit Well done, Jack.


  4. says:

    Le tre regole sono studiare la letteratura, lavorare, e avere una filosofia di vita Forse pu sembrare banale, ma questo schiaffo a volte un po crudele di Jack London mi ha dato una svegliata Stando fermi non si raggiunge niente, lo dimostra la sua vita di tribolazione e impegno Oltre ad articoli possiamo trovare lettere, nelle quali riferendosi allo scrittore esordiente che gli chiede aiuto spesso severo, se non sadico talvolta, e di certo mostra un alta considerazione di se stesso.Non si pu definire un manuale oggettivo, quanto pi un esperienza soggettiva, l autobiografia letteraria dello scrittore che da esordiente diventa affermato, e che d consigli in base a come lui ha imparato il suo mestiere, ovvero con le maniere forti e col sudore lo stesso Martin Eden ne la prova lampante In quanto tale non va presa alla lettera, ma come un serbatoio di spunti di riflessione da un grande scrittore che ha dietro di s una ancora pi grande storia.


  5. says:

    Bel tipo, lui Prima di questa raccolta, London era per me uno scrittore candido e lieve che, con Il Richiamo della Foresta, aveva accarezzato fuggevolmente la mia infanzia Ora, London per me un realista selvaggio , cos come lo descrive la quarta di copertina de Il vagabondo delle stelle See at


  6. says:

    Amo questo autore il voto basso per Minimum fax Perch Perch un puzzle disordinato di contenuti brevi contiene consigli appena accennati e non affatto esaustivo Per allungare il brodo ci hanno incollato pure un pezzo di Martin Eden Se volete un manuale per aspiranti scrittori rivolgetevi altrove


  7. says:

    Tanta stima per London, ma questo libro sono 120 pagine in cui dice che per scrivere bisogna fare esperienza e cercare di essere pagati Non proprio la verit rivelata.


  8. says:

    Le tre cose importanti sono buona salute lavoro e una filosofia di vita Potrei aggiungerne, anzi devo aggiungerne una quarta la sincerit Senza quest ultima, le altre tre non danno nessun risultato e con essa potrete tenervi stretta la grandezza e sedere in mezzo ai giganti Jack London tratto da The Editor, marzo 1903 Leggere questa raccolta di consigli, esperienze personali, aneddoti, dritte letterarie di un grande scrittore americano uno dei miei primi romanzieri di genere avventura che scopr da giovanissimo leggendo Zanna Bianca come lo fu e lo Jack London mi ha ritemprato Mi ha colpito la sua sincerit brutale il suo rispondere, alla fine di ogni lettera di risposta di scrittori esordienti che chiedevano consigli letterari per sfondare, di passare a trovarlo se si trovavano nelle vicinanza di casa sua Mi ha fatto tornare la voglia di scrivere e mi ha, in un certo senso, aperto gli occhi da anni io leggo di tutto, romanzi e racconti, storici e fantasy, fantascienza e horror, gialli e thriller, biografie e libri di viaggi, insomma, da anni mi reputo un appassionato lettore e divoratore onnivoro di libri, e in passato ho anche avuto il piacere di aver visto pubblicato un mio racconto di fantascienza, poi purtroppo la casa editrice ha chiuso ma posso dire che per un anno anche io sono stato uno scrittore, seppur dilettante e non conosciuto E le parole calde di Jack London mi hanno riportato a quel felice periodo, di quando ricevetti il mio primo compenso pochi euro, ma vi assicuro mi sentivo come se fossi miliardario dopo tanti tentativi e sacrifici Devo essere sincero come London mi piacerebbe tantissimo vedere una mia opera pubblicata e vivere di questo lavoro, da scrittore Caro Jack, vorrei tanto volerti incontrare, anche solo per stringerti la mano E ho capito che la mia passione per la lettura non basta e mi richiama continuamente a desiderare di scrivere qualcosa di mio, biografico o meno L idea di creare una storia, di costruire un avventura, di partorire con la mia fantasia un romanzo mi eccita e mi fa stare bene, mi da la carica meglio di qualunque altra cosa materiale o spirituale.Faccio sue queste parole Da parte mia, ritengo che l unico, grande vantaggio particolare della professione di scrittore come mezzo di sostentamento sia che d pi libert di quella che pu avere una persona che si occupi di affari o di una qualsiasi altra professione L ufficio e la ditta di uno scrittore sono sotto il suo cappello, e lui pu andare ovunque e scrivere ovunque a seconda di come gli gira Grazie, Jack, di cuore.


  9. says:

    Pronto soccorso per scrittori esordienti 2005 Una serie di scritti di Jack London articoli di riviste e lettere, del periodo fine 800 inizio 900 , accomunati dall argomento trattato, ovvero la scrittura come mestiere L ho ascoltato su Storytel, letto da Roberto Recchia, e l ho trovato godibile per il tono spesso ironico, le curiosit autobiografiche e la durata ridotta degli estratti.Facendo un bilancio del mese di prova di Storytel, direi che gli audiolibri non sono per me tendo a distrarmi durante l ascolto ma contemporaneamente mi viene spontaneo svolgere un altra attivit ma che, con testi che ho gi letto o che sono strutturati in sezioni di breve durata, riesco a dare un utilit all esperienza di ascolto.


  10. says:

    il primo libro che non si perde in consigli idioti, e d degli spunti di riflessione molto interessanti per chi ha la passione per la scrittura un centinaio di pagine che si leggono in un ora, anche in una serata insopportabilmente afosa come questa ps ho omesso un dettaglio fondamentale stato scritto nei primi del 900 ed ancora attuale