Beard Necessities (Winston Brothers, #7) time travel

{Free Pdf} Lezioni di disegno Author Roberta Marasco – Wildlives.co

Esci dai margini, non lasciare che ti frenino Il contorno un astrazione, non ne hai bisogno scrive Roberta Marasco in Lezioni di disegno e, lei per prima, mette in atto il suo stesso consiglio osando, uscendo dai confini, dagli schemi classici del romance, per regalarci una narrazione in cui finzione e storia, quella vera, si incastrano alla perfezione Recensione completa sul blog Tre e mezzo per il nuovo libro di Roberta Marasco La sua scrittura molto bella, e anche la storia lo solo che mancata molto spesso la voglia di continuare a leggere, di non staccare gli occhi da quelle pagine E davvero un peccato che delle lezioni di disegno si parli cos poco, sia perch sono dei momenti estremamente significativi del rapporto madre figlia, gli unici probabilmente davvero sinceri in mezzo a tante bugie, sia perch decidere di farne il titolo del libro e poi accennarne soltanto probabilmente svia il lettore Mi sono confrontata con altre persone che hanno letto il libro ed difficile venire a capo del perch mancata l urgenza della lettura Forse in alcuni momenti la scrittura dell autrice stata quasi pi interessante dei suoi personaggi, come se fosse slegata da loro che rimangono sempre abbastanza statici. iniziato a leggere questo libro in punta di piedi, col ti di qualche scivolone Il motivo l ambientazione la Spagna Non mi chiedete perch ma l ambientazione spagnola mi mette sempre una certa tristezza di fondo, come se per forza tutto debba andare male o ci si ritrovi sempre in una situazione un po opaca, vecchio stile E in effetti questa aura un po ag e spuntata fuori anche qui, tra le vie di una Barcellona moderna ma soprattutto tra i ricordi del periodo subito dopo la morte di Franco Al , eccola che appare, mi sono detta, la dittatura, la resistenza, i cortei Ecco temevo proprio questo Dopo un attimo di scoramento per mi sono accorta che la lettura mi piaceva, mi intrigava e si, alla fine posso dire che questo nuovo libro della Marasco mi piaciuto.Julia torna nella casa di famiglia dopo la morte della madre e del padre La casa va venduta e l eredit spartita tra le tre sorelle Eppure in quella casa riaffiorano presto ricordi e segreti il ricordo di una madre avole che si trovata a scegliere tra due grandi amori e il segreto di una famiglia non cos perfetta come l apparenza mostrava Julia ripercorre i primi anni di matrimonio della madre e piano piano si scopre ad indagare nel suo cuore, a cercare di capire cosa l ha portata prima lontano da Barcellona e poi l ha fatta tornare.In una serie di continui salti temporali tra il 2016 e il 1976 Roberta Marasco ci propone una storia plurigenerazionale Da una parte i tumulti, le ansie ma anche il senso di libert che hanno attraversato la generazione degli anni 70, coloro che cresciuti nella dittatura franchista hanno per primi potuto assaporare il senso del nuovo e del cambiamento Morto il General simo non tutto stato cos automatico, prima fra tutto la democrazia Ci sono voluti ancora mesi, anni, prima che la Spagna potesse finalmente uscire da un periodo cos lungo di repressione e controllo E nel rivivere questi giorni l autrice stata molto brava, perch riuscita a darci l idea della situazione, attraverso gli occhi dell inconsapevole Gloria, senza subissarci di dati e fatti, ma facendoci sentire e vivere l ansia, la paura, la confusione di quei momenti, ma anche il muoversi delle idee, il cambiamento, le novit.Poi c il presente E qui la cosa si complica se possibile, perch Roberta mette in campo tanti personaggi, tante vite, ognuna unica nel agire e pensare, ognuna particolare Julia l artista in fuga, che non sa cosa fare del suo futuro e si ritrova improvvisamente immersa nel suo passato stata la perfetta compagna di viaggio in questo romanzo, un po nostalgico e un po pugno allo stomaco Tuttavia il personaggio che pi mi ha colpito sua nipote, Abril, spirito libero, assolutamente incostante e eppure cos empatica e intuitiva riuscita ad essere nella sua sconclusionata giovinezza la voce della verit , lo specchio rivelatore dei rapporti familiari.Questo romanzo ha saputo conquistarmi piano piano, ha aggirato la mia diffidenza, regalandomi una storia carica di passioni, che affonda le sue radici nel passato pur guardando al futuro. Julia, Olga e Anna Tre sorelle che si riuniscono per vendere la villa di Pedralbes, la casa di famiglia Tre donne, diverse l una dall altra, ma unite da un passato che condiziona ancora i loro giorni, le loro vite Tre modi di amare gli altri e se stesse Spesso sbagliati, impacciati modi di amare.La voce narrante quella di Julia, 39 anni, un esistenza fra alti e bassi, con questi ultimi che sembrano prevalere non ha un lavoro, non ha un uomo Una vita per sottrazione, insomma.Dal passato, in un gioco di specchi, appare una seconda voce narrante, quella di Gloria, la madre Sposata a un uomo legato al regime franchista, fragile, abituata a usare la resilienza per sopravvivere, per mantenere dentro di s un barlume di umanit , di colore, di calore.Incombe su tutte la casa avita grande, lussuosa, piena di oggetti meravigliosi, vuota di aria Non si respira nella villa di Pedralbes, le mura ti soffocano, ti ricordano ci che vorresti dimenticare, o che hai cancellato per poter andare avanti.Su questa base, Roberta Marasco imbastisce una storia doppia quella di Julia oggi e quella di Gloria ieri Un gioco a rimpiattino A ogni capitolo, scopriamo qualcosa di due storie piene di oscurit Un a lontano e uno a cui forse tornare Per due uomini che svelano a poco a poco i propri segreti.L ho detto e lo ripeto questo 2018 mi ha portato alcuni libri che ho letto davvero con piacere Con quella gioia che scaturisce da una bella storia, narrata con una lingua preziosa Una sensazione che ti fa interrompere la lettura, ogni tanto, per racchiuderti in te stessa, per rivivere quella pagina che hai letto, che ti ha fatto piangere, o ridere, o semplicemente ricordare L ho fatto anche con Lezioni di disegno , il mio pi bel romance di questo primo semestre del 2018 Ho stretto a me il tablet, per una volta rimpiangendo il peso dolce del libro di carta, l odore della pagina stampata E ho ringraziato Roberta Marasco per alcune ore di pura felicit Teresa Siciliano Matesi per il Blog di Babette Brown.A prima vista e anche a seconda ho trovato questo romanzo fastidiosissimo.Innanzitutto pensate all uso ossessivo del flashback, tecnica che detesto anche in piccole dosi E qui abbiamo addirittura lo sdoppiamento in due narrazioni diverse, una ambientata nel 1976 con protagonista la madre Gloria e una nel 2016 con al centro una delle figlie, Julia Poi, da moralista quale sono, detesto le storie di adulterio a partire da Madame Bovary, figurarsi quelle collocate in un epoca cos recente, anche ammettendo che i costumi in Spagna alla fine della dittatura franchista fossero pi arretrati dei nostri Ma, ovviamente, ho dovuto verificare che c era pi di un segreto da scoprire.Una famiglia sfortunatissima per decenni, un po per colpa del terribile patriarca, un po per i difetti di tutte le donne che ne fanno parte, fra debolezza e autolesionismo.E allora come mai quattro stelle Perch ho passato tutta la parte finale a piangere accoratamente, come se si trattasse di persone a me vicine Il che dice molto sulla capacit della Marasco di risvegliare le nostre emozioni e farci solidarizzare con tutte queste povere donne. il primo libro letto di questa autrice, che seguo e stimo come persona Ero curiosa di scoprire il suo stile anche in base ai molti commenti positivi su quello precedente.Lezioni di disegno un romanzo femminile non mi aspettavo altro in realt , racconta la storia di una famiglia tre sorelle e la madre Comincia dalla vendita della casa di famiglia a seguito della morte della madre con stralci ambientati nel passato della donna suddiviso quindi in due piani temporali, presente e 1976 Nel presente il punto di vista quello di Julia, la figlia di mezzo, nel passato di Gloria, la madre.Julia una donna di quasi quarant anni che si sente persa, le sembra di non aver ancora trovato la sua strada nel mondo Non ha un lavoro n un marito e non sa bene cosa fare delle sue ossa Sar proprio qualche segreto sul passato della madre a schiarirle le idee.Ho amato moltissimo la caratterizzazione dei personaggi, tutti quanti Fatta in maniera meticolosa, mi sembrava proprio fossero persone reali e conosciute Ho provato empatia per tutti, trovando similitudini e particolari che comprendevo benissimo Roberta magnifica nel presentarti i vari attori della sua storia, si prende il tempo necessario per delinearne ogni aspetto.La mia preferita stata Abril, la nipote di Julia Ragazza tormentata e piena di passione Gli intrecci familiari sono alla base del libro I vari rapporti sono scandagliati e vengono fuori le varie incomprensioni che hanno portato ad allontanamenti Mi piaciuto tanto come l autrice li ha esposti, senza troppi fronzoli o abbellimenti, ma, di nuovo, molto realistici Ho apprezzato molto anche l esposizione sulla tematica delle varie differenze sociali e di quanto le aspettative degli altri influiscano sulla nostra vita continua sul blog grandi prospettive su questo libro, anche perch molte opinioni positive mi avevano convinta ad acquistarlo e in occasione della rubrica, Ci provo con ho deciso di leggerlo.Partiamo da un presupposto, che il libro mi sia piaciuto in parte assodato, potrei dividerlo in due, la narrazione contemporanea che vede Julia, la protagonista, alle prese con la sua vita che non ha ancora preso una sua strada e quella delle due sorelle, la maggiore Anna, pi riflessiva, pi austera potremmo definirla e Olga, la pi piccola, ribelle, audace, ma con una vita alquanto precaria, tra loro la figlia di Olga che all insaputa di Julia vive a Barcellona e che ha avuto pi contatti con la nonna Gloria, fino a che non morta L altra narrazione quella del passato, un tuffo in un periodo che in Spagna alquanto controverso, il regime franchista oramai agli sgoccioli, manifestazioni e assemblee, raccontato dal punto di vista di Gloria, una donna che vive in pieno il periodo, ribellandosi a uno status sociale che inevitabilmente la opprime, dove autorit , silenzi sono all ordine del giorno e quando scopre che oltre quella facciata di perbenismo c ben altro, Gloria si rifugia e fugge anche se per poche ore in qualcosa di completamente diverso, scoprendo e saggiando la vera natura dell a, quell a vissuto non solo a letto, ma anche nelle battaglie delle femministe, nelle manifestazioni contro un potere che sopprime la voglia di vivere di molti giovani Ed in questo frangente che la donna conosce Giulio e che amer di un a controverso, ma intenso, vissuto, anelatoOra, tutta la prima parte a dire il vero stata alquanto lenta, Julia sembra piangersi addosso, sembra viva appoggiandosi agli altri, senza via di fuga, la vendita della casa di famiglia la costringe a tornare a Barcellona, ma non cos , perch anche a Madrid dove viveva le cose non andavano bene, ha abbandonato un lavoro e il suo compagno, per prendersi la sua parte di eredit L ho vista poco attiva, cosa si celi dietro quel suo modo di fare non lo si capisce fino a quando non si arriva a oltre met del libro, dove qualcosa comincia a muoversi, la scoperta di un volto nuovo della madre, oltre le apparenze, ritrovarsi ancora una volta alle prese con l a Poi c il racconto di Gloria, della sua vita e l stato molto bello, ho apprezzato questa parte, pi attiva, pi intensa, pi intrigante.Una seconda parte che mi ha catturata a dispetto della prima, che ha rivalutato il mio primo pensiero, una lettura interessante che mette in evidenza soprattutto il ruolo della donna dagli anni Settanta ad oggi, di come le cose cambino come cambia il tempo, di come a volte basta poco per cambiare, mettere a soqquadro la vita pur di viverla, ed quello che fa Gloria, ma che per non riesce a svelarlo alle proprie figlie che invece vivono chiuse in un ricordo, in uno stereotipo di madre che deve sottostare all autorit del marito Anche il titolo del romanzo, Lezioni di disegno, in un primo momento non chiaro, l a per il disegno, di un volto in particolare sar il collagene di tutto il libro, ma tutto ci lo percepisci solo dalla seconda parte in poi di Esmeralda Lezioni di disegno di Roberta Marasco pubblicato da Fabbri il 19 giugno.Confesso di non aver mai letto prima un libro della Marasco, ma di essere rimasta piacevolmente colpita a Tempo di Libri quando firmava i libri da lei tradotti per Publishing cos , appena vista la sua nuova uscita ho letto la trama e mi balzata agli occhi immediatamente l ambientazione, quella Barcellona che io amo alla follia e di cui ho respirato la sua anima a pieni polmoni durante la lettura Il mio per questa citt un a viscerale, di tutte quelle che ho visitato resta la mia preferita, adoro la sua vitalit , le sue mille sfaccettature, i suoi colori e la gioia che riesce a donarmi anche solo attraverso le foto scattate tanti anni fa e ho percepito che Roberta la ama tanto quanto me e le ha voluto rendere omaggio con questo bel romanzo che ce la presenta in due epoche molto differenti, gli anni settanta e oggi.Julia fa ritorno a Barcellona dopo anni spesi a rincorrere l a, trasferendosi alla ricerca del per sempre che non mai arrivato Ha 39 anni, non realizzata lavorativamente parlando e non sa ancora che piega far prendere alla sua vita, l unica certezza che ha di voler tornare a casa per aiutare la sorella Anna, madre e moglie devota cos distante da lei, nella vendita della casa in cui sono cresciute La lussuosa villa di Pedralbes, proprio quella di cui nessuna delle tre sorelle conserva bei ricordi, ma che sentono come una parte importante del loro passato Anna non vuole ospitarla in casa propria perch la convivenza tra sorella e marito non promette nulla di buono cos la convince a restare, per il tempo necessario a venderla, nella villa chiedendole anche di fare da babysitter alla nipotina ormai cresciuta, Abril Una ventenne sfrontata e irriverente che inizialmente la metter alla prova, ma con cui in poco tempo entrer in sintonia apprezzandone molti aspetti Il ritorno a Barcellona riserva molte sorprese, segreti che arrivano direttamente dal 1976 a fare riflettere Julia su molti aspetti della propria vita e, soprattutto, sull a Sar grazie a una fotografia della madre da giovane, felice e sorridente come non l aveva mai vista, abbracciata a un giovane sconosciuto e grazie a una delle sue faccine rinvenuta sulla cover di un disco di una band emergente, che Julia comincer a scavare nel passato e a riaffacciarsi nella vita del suo primo e unico vero a, Javier.Grazie a queste due immagini Julia scoprir molti aspetti della madre Gloria che non avrebbe mai potuto nemmeno immaginare e sar grazie ai due piani temporali che noi conosceremo una donna che ha amato con tutta se stessa non risparmiandosi mai, ma anteponendo sempre il bene altrui al proprio anche quando sembrava agisse egoisticamente Ho adorato la figura di Gloria, figlia del suo tempo, una donna reale in grado di soffocare la sua vera essenza per proteggere le persone che ama, grazie al coraggio che sole le donne possono avere Gloria vi entrer nel cuore, sarete sempre al suo fianco durante tutte le sue scelte e sentirete il suo dolore, ma anche la sua gioia La comprenderete, la incoraggerete, spererete che riesca a raggiungere il tanto agognato lieto fine e la spronerete nei suoi gesti di ribellione, in cui vi sembrer una ragazzina senza alcuna responsabilit al mondo.Questo un romanzo in cui l a il fulcro di tutto, un a intenso, che arriva all improvviso e che si trascina per tutta la vita Un a che va oltre il tempo e non si affievolisce nonostante l immensa distanza Le sorelle Julia, Anna e Olga sono molto diverse tra loro e incarnano tre tipologie di donne agli antipodi, sembra quasi impossibile siano sorelle, in loro non si vede il legame che dovrebbe esserci, ma il legame presente, basta avere voglia di scavare nel profondo e andare a scoprire alcuni fatti legati al passato che le hanno segnate profondamente Di Julia conoscerete diverse sfaccettature, Anna e Olga resteranno sullo sfondo delle vicende narrate, ma avranno comunque un certo peso, Julia trarr molti insegnamenti dalle scoperte sulla madre, dai ricordi risvegliati in lei e dalla certezza di aver buttato via diversi anni della propria vita per la paura di non essere pronta ad affrontare tutto La crescita di Julia in queste poche Lezioni di disegno sar esponenziale e chi lo dice che c un et giusta per crescere Che a quasi quarant anni dovrebbe essere una donna gi fatta e finita A me la figura di Julia parsa interessante proprio per la consapevolezza acquisita nell arco della narrazione e ho chiuso il romanzo con la certezza di voler leggere ancora qualsiasi cosa scriver Roberta Marasco perch il suo stile di scrittura ricercato e scorrevole e in questo romanzo c una parte della sua anima insieme a quella di Barcellona. Lezioni di disegno fa scoprire un nuovo volto di Barcellona, ma anche delle donneTra la Barcellona del 1976 e quella del 2016, si dipana una vicenda familiare declinata al femminile, ma ombreggiata con i toni maschili che ruotano intorno ai destini di queste donne solo apparentemente distanti fra loro.Da una parte viviamo con Gloria il periodo post franchista, le manifestazioni di chi chiedeva libert , i primi concerti rock e la rinnovata speranza di giovani ribelli Dall altra, l attualit , con sua figlia Julia, che a 39 anni all affannata ricerca di una stabilit , tanto lavorativa quanto emotiva, che non mai riuscita a volere veramente Il ritorno in citt di Julia la mette difronte allo scisma silenzioso, ma imponente, tra lei e quel che resta della sua famiglia le due sorelle Anna e Olga.Tre donne all apparenza distinte e distanti, in cui se Anna sembra rivivere il ruolo della madre Gloria come moglie succube e madre perfetta, Olga, quasi a farlo apposta, ha fatto della ribellione a qualsiasi affetto e responsabilit , la sua unica famiglia Le tre si ritrovano pochi mesi dopo la scomparsa di Gloria, nella storica villa di Pedralbes dove sono cresciute Da qui, da dove tutto iniziato, si far luce tanto sul passato che sul presente delle sorelle, rivelando loro finalmente il vero volto di quella madre responsabile ma dallo sguardo infelice.Non c forse niente di pi bello per uno scrittore, che far s che il proprio lavoro, quella tela complessa eppure equilibrata di parole che si costruiti con la propria mente, tocchi le corde dell animo di un perfetto sconosciuto, in una qualunque altra parte del mondo Forse, non c niente di pi appagante per uno scrittore, che sapere che i propri pensieri hanno viaggiato tanto lontano da arrivare dritte al cuore di chi legge, proiettandolo nella grande casa di Luis Fernandez Costa dai dettagli modernisti, tra quelle pareti che racchiudono i segreti e i dolori di un nucleo familiare al lettore prima sconosciute Tendimi la mano e aiutami a rialzarmi Cos potr dirti grazie, il mio grazie da signorina perbene Quello di Roberta Marasco un libro intimo eppure universale, in grado di far appassionare il lettore, e di farlo ridere e piangere insieme ai personaggi che vivono nell universo cristallizzato di quelle 285 pagine E non proprio a questa empatia cos forte e rara, che ogni scrittore dovrebbe forse anelare Se s , Roberta riuscita perfettamente nel suo intento Lezioni di disegno una grande lezione sulla silenziosa ribellione delle donne, anche e soprattutto di quelle pi mansuete e apparentemente arresasi a un destino pi forte di loro una storia di donne, ma anche di un genere intero, che attraversa epoche storiche e caratteri diversi per portare un messaggio di forza e speranza Speranza nel potere sempre amare ci che si vuole, e lottare, anche nell ombra, per tenerselo ben stretto.Nel romanzo di Roberta Marasco, Barcellona si dischiude in nuove prospettive, storiche e politiche, ma anche emotive, e non potrete fare a meno di tornare alla chiesa di Santa Mar a del Mar o al bar del Balu per rivedere Gloria e Giulio, quei due universi alla deriva che continuavano a toccarsi.La lezione di Gloria, la vera eroina del romanzo, sono dirette ad ogni donna intrappolata in un ruolo o in una situazione e vogliono lasciare tracce, come i graffiti per le vie della citt che riecheggiano il volto della donna, per le sue figlie, e per tutte le altre figlie e madri del mondo, perch non dimentichino il loro diritto alla felicit.Recensione completa su Un A Finito, Un Impiego Insoddisfacente Lasciato Indietro E Una Vita Che, A Anni, Non Ha Ancora Messo Radici E Sta Tutta In Una Valigia Come Quella Con Cui Julia Arriva A Barcellona, Nella Lussuosa Villa Di Pedralbes Che Lei E Le Sorelle Sono Costrette A Vendere Dopo La Morte Della Madre GloriaFra I Ricordi Di Un Padre Autoritario E Severo, Complice Della Dittatura Franchista, E I Segreti Di Famiglia Occultati Fra Le Pareti Delle Stanze Deserte, Julia Ritrova Anche Una Fotografia Della Madre Da Giovane, Abbracciata A Un Bellissimo SconosciutoAlle Prese Con La Sfrenata Nipote, Figlia Della Ribelle Olga, Julia Si Trova A Fare I Conti Con Un Passato Pieno Di Rivelazioni Dalla Barcellona In Fermento Degli Anni Settanta, Quella Delle Prime Manifestazioni E Delle Assemblee Femministe, Dell A Libero, Della Musica E Della Controcultura, Emerge Il Volto Segreto Di Gloria, Una Donna Che La Figlia Conosceva Solo A Met , Capace Di Vivere Una Passione Clandestina E Travolgente Che Molto Ha Da Insegnare, Sull A E Sulla Vita E Sulle Ribellioni Silenziose Che Ci Conducono Verso I Nostri Sogni Ormai scelgo i libri seguendo l istinto dell anima e anche questa volta Roberta Marasco non ha tradito le mie aspettative Lezioni di disegno un capolavoro ma non uno di quei capolavori che con un battito d ali volano via ma una storia che rimarr nel tempo e nello spazio Una storia di donne, di sorelle, di madri e di figlie Un intersecarsi di sentimenti nei quali ci ritroviamo come in un vortice pieno di emozioni e costrizioni Se negli anni avete seguito Roberta nella sua scrittura, avrete notato un cambiamento che lei ha voluto calcare in questo suo ultimo romanzo Il suo stile pi complesso e studiato il riflesso dei suoi pensieri Lei come nel suo blog Rosa per caso dove parla di problemi legati al mondo femminile e non, combatte contro i mulini a vento molte volte ma tutte le grandi donne l hanno fatto e lei il baluardo della bellezza dei sentimenti, della libert e della parola Non si pu fare un analisi leggera e tanto meno paragonarlo ai romanzi di oggi, leggeri e sfogliabili, lei ha la scrittura in pugno e riesce in maniera sublime a destreggiarsi fra passato e presente, riuscendo in qualche modo ad intersecare in maniera perfetta la vita di un passato non troppo lontano La lotta, la costanza e la voglia di vivere e amare.Non voglio dilungarmi n sulla trama, n sulla storia, quella potrete leggerla sul libro ma voglio parlarvi a cuore aperto e farvi innamorare di questo romanzo che scritto con un cuore puro, grande e sincero, con le idee che Roberta porta avanti tutti i giorni come baluardo di un cambiamento Lungo le pagine di questo romanzo vengono analizzate e raccontate varie anime, varie sensibili epoche in cui tutto stato un divenire I cambiamenti, le emozioni sono palpabili, quasi a toccarle, sfiorarle e viverle Un fiore che sbocciato in tutta la sua bellezza, il romanzo che vi cambier in parte l anima e il cuore.